lettere + 2009 Giugno 20 - Grazie Manolo!

 

Oggi ti abbiamo salutato in tanti per l’ultima volta nella cappella dell’ateneo salesiano a Roma.

E’stato un saluto partecipato e commovente da parte di tanti che hanno condiviso con te un lungo cammino e che hanno raccontato tante cose belle di te, che alcuni di noi non conoscevano.

Io ti ho incontrato solo negli ultimi anni, assieme a Loretta e Giorgia, durante le riunioni di Amistrada o in qualche occasione a casa tua, per accompagnare Gerardo o per ritirare la bicicletta che, assieme a Loretta, avevi donato come premio per una lotteria a favore del Mojoca.

Per questo ho scelto di non di parlare oggi, di fronte alle testimonianze preziose di chi ti aveva frequentato da tempo.

Ora approfitto di Internet e del sito di Amistrada per comunicarti l’impressione che hai suscitato in me tutte le volte che ci siamo incontrati: il senso di tranquillità, serenità e pace che traspariva dalla tua persona, qualità molto rare e preziose nella nostra realtà di oggi.

Certo che conserverai queste doti anche ora che sei di fronte a Dio, mi auguro che tu possa trasmetterle come tuo testamento anche a noi, e in particolare ai tuoi familiari.

Un grazie fraterno.

Massimo